Esperienze per il corpo

Esperienze per il corpo

L’Associazione “Granelli di psicologia- Centro Psicologico”  promuove il benessere corporeo attraverso interventi clinici rivolti all’individuo e al gruppo, in tutte le fasi del ciclo di vita. 

Scopri tutti i servizi dedicati e contatta i nostri professionisti per maggiori informazioni.

OSTEOPATIA

Tecniche manuali con l’obiettivo di far ritrovare al corpo l’armonia e la libertà di movimento.

Scopri di più

MASSOTERAPIA

Tecniche manuali con l’obiettivo di far ritrovare al corpo l’armonia e la libertà di movimento.

Scopri di più

MASSAGGIO INFANTILE AIMI

Il massaggio infantile è uno strumento attraverso cui rafforzare la relazione con il proprio bambino.

Scopri di più

Metodologia Funzionale ANTISTRESS

Attraverso l’applicazione delle Tecniche Funzionali Antistress® si interviene sul respiro, intervento sulla tensione muscolare cronica, sulla postura e sul movimento.

Scopri di più

TRAINING AUTOGENO

(T.A. di Schultz) Metodo validato di autorilassamento e percorso di consapevolezza.”.

Scopri di più

MINDFULNESS

.

Scopri di più

SAND PLAY THERAPY

Metodo di psicoterapia analitica che attraverso l’uso della sabbia e delle miniature, attiva le risorse creative dell’individuo.

Scopri di più

PSICODRAMMA

Metodo che permette di trovare “risposte nuove a situazioni cristallizzate o risposte adeguate a situazioni nuove”.

Scopri di più

RIEDUCAZIONE DELLA SCRITTURA

Trattamento riabilitativo della disgrafia e prevenzione della “brutta scrittura”.

Scopri di più

Osteopatia

L’Osteopata è una figura medica oggi ufficialmente riconosciuta nella maggior parte dei Paesi Europei. L’osteopatia è una scienza medica nata e sviluppatasi negli Stati Uniti ad opera del Dott. Andrew Taylor Still, che fondò la prima scuola osteopatica nel 1982. L’osteopatia possiede un bagaglio di tecniche manuali che hanno l’obiettivo di far ritrovare al corpo l’armonia e la libertà di movimento, basandosi sulla nozione di correlazione tra i vari sistemi ed apparati. In molti importanti centri ospedalieri europei ed italiani, la figura dell’osteopata collabora di fatto con i medici ai fini diagnostici e terapeutici. Sono diverse le indicazioni terapeutiche tra cui:

  • sistema muscolo-scheletrico (esempio dolori articolari,distorsioni…)
  • altri visceri (coliche epatiche, gastrite, diarrea…)
  • in gravidanza (dolori alla schiena, riequilibrio del bacino, dolori post parto…)
  • osteopatia pediatrica (coliche gassose, disturbi del sonno, problemi ortodontici…)
  • dolori somato-emozionali (disturbi vaghi dopo un trauma o un incidente, dolori senza causa precisa…)
  • osteopatia e terza età (problemi uditivi, difficoltà di concentrazione, irrigidimenti della colonna vertebrale…)

Massoterapia

La massoterapia consiste nell’ utilizzo di tecniche manuali di pressioni differenti e su tessuti specifici a seconda dell’esigenza e della tipologia del paziente.

Il massaggio è indicato per recare benessere a pazienti di qualsiasi età e con svariati bisogni ed esigenze…
Ad  esempio per gli sportivi un massaggio decontratturante punta a rendere più funzionale la muscolatura.  Il massaggio rilassante è indicato per chi ricerca solo un momento di relax che aiuti a sciogliere tensioni accumulate durante la quotidianità.
Il trattamento è definito terapeutico quando ha come obiettivo quello di eliminare sintomi dolorosi percepiti a livello articolare, muscolare, viscero/organico o agisce con effetti benefici sul sistema circolatorio o nervoso.
Il massaggio può anche portare benefici su un piano estetico con trattamenti che favoriscono il drenaggio sanguigno e linfatico, rinvigoriscono i tessuti, agiscono su cute e sistema nervoso.
La riflessologia plantare, branca della medicina cinese, punta attraverso manualità effettuate sui piedi al riequilibrio energetico di tutto il corpo curando o prevenendo problematiche a livello fisico.
Il linfodrenaggio è invece volto a chi necessita di un incremento del fluire e del riassorbimento a livello linfatico dopo particolari interventi chirurgici o gonfiori legati a stasi circolatoria.
Il tocco manuale ben eseguito per qualunque tipologia di massaggio descritta racchiude sempre in sé, in modo più o meno specifico, tutte le proprietà benefiche e curative elencate.
“In una persona che ricerca regolarmente il massaggio, il corpo anche se soggetto a incidenti o a duro lavoro non ne viene colpito il suo fisico rimane morbido, flessibile, forte, bello e la vecchiaia si allontana” Charaka Samhita

Massaggio infantile AIMI

Il massaggio infantile è un efficace strumento attraverso cui rafforzare la relazione con il proprio bambino sin dalla nascita, comunicare in maniera più empatica e profonda utilizzando soprattutto il contatto, lo sguardo e la voce. E’ un valido aiuto in caso di coliche, di difficoltà nell’addormentamento e per organizzare i ritmi quotidiani, favorendo il benessere psicofisico del bambino. L’insegnamento delle tecniche del massaggio è rivolto ai genitori di bambini compresi tra 0 e 1 anno di vita. 

L’evidenza clinica e le recenti ricerche hanno confermato l’effetto positivo del massaggio sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a livello fisico, psicologico ed emotivo.

massaggio-infantile

Contatta i nostri professionisti:

funzionale

Contatta i nostri professionisti:

Metodologia Funzionale Antistress® (MFA)

Lo stress cronico (o distress) è una problematica che caratterizza sempre più la nostra attuale società.
Il trattamento dei disturbi da stress cronico richiede competenze e conoscenze per una corretta valutazione psico-fisica della condizione di stress-benessere, nonché un’intervento accurato e mirato per i sintomi e i disturbi  dello stress cronico (o distress). 
Se insonnia, stanchezza, difficoltà di concentrazione, pensieri ripetitivi, irritabilità, gastriti, cefalee ed altro ancora, affliggono in maniera fastidiosa la nostra vita e sono generati proprio dallo stress cronico, si può intervenire con una Metodologia efficace e un trattamento breve e specifico.
In 8 o 10 sedute, attraverso l’applicazione delle Tecniche Funzionali Antistress®, si interviene sul respiro, sulla tensione muscolare cronica, sulla postura e sul movimento.
La Metodologia Funzionale Antistress permette di ottenere sulla persona effetti profondi, stabili e duraturi. Si basa sul Modello Teorico della Psicologia Funzionale e permette di guardare ai funzionamenti di fondo della persona ovvero alle connessioni tra livelli emotivi, cognitivi, fisiologici, motori e posturali.
Una cura per  attuare un vero e proprio Intervento sul benessere integrato.

sand-play

Contatta i nostri professionisti:

Sand play terapy

“Spesso le mani sanno svelare un segreto
attorno a cui l’intelletto si affanna inutilmente” (Jung)
La Sand Play Therapy o ‘Terapia con il gioco della sabbia’ è un metodo di psicoterapia analitica che, utilizzando la sabbia, attiva le risorse creative dell’individuo, integrando l’analisi verbale con le immagini rappresentate nella sabbiera. 
La Sand Play Therapy o ‘Terapia con il gioco della sabbia’ è un metodo di psicoterapia analitica che, utilizzando la sabbia, attiva le risorse creative dell’individuo, integrando l’analisi verbale con le immagini rappresentate nella sabbiera. 
Il paziente giocando, ossia confrontandosi con i suoi elementi inconsci rappresentati nell’immagine di sabbia, inizia un processo di trasformazione psichica e il terapeuta, seguendo gli elementi drammatizzati dal paziente, aiuta il paziente in questo processo.
Il filo conduttore di questa forma di terapia è il concetto di “spazio libero” e nello stesso tempo “protetto” (Kalff 1966), riconducibile al termine alchemico di temenos, un luogo dove possono essere riunite tutte le parti scisse della personalità e dove si possono sperimentare nuove possibilità e scoprire una nuova dimensione di sé. Tra i numerosi oggetti presenti nella stanza, il paziente sceglie quelli che costituiscono delle immagini significative e che rappre­sentano, in quel momento, “il linguaggio” della sofferenza psichica, inesprimibile verbal­mente. 

Attraverso il gioco il paziente, bambino, adolescente o adulto, può trascendere il tempo e lo spazio reale, entrando nella dimensione spazio-tempo ludica, che appartiene anche al mito e alla favola. In questo modo si può dare spazio e forma anche all’indicibile legato alla profondità di emozioni e sensazioni antiche non esprimibili attraverso il linguaggio verbale.

Psicodramma

Lo Psicodramma è un approccio teorico e metodologico inventato da J.L.Moreno negli anni ‘20. 
Come spiega l’origine etimologica (dal greco: psiché= anima e drama= azione, spettacolo scenico), il metodo psicodrammatico privilegia l’azione alla parola e consiste nella messa in scena del mondo interno del paziente con il fine di esplorare i vissuti e le situazioni che vengono rappresentate, favorire maggiore consapevolezza e quindi anche offrire la possibilità di integrare nuovi significati all’esperienza. 
Caratteristica importante del metodo psicodrammatico, è quella di favorire il cambiamento grazie alla sua predisposizione verso la rottura del copione, ossia verso quelle modalità di comportamento e di pensiero abituale, che fungono da schema rassicurante e protettivo rispetto all’ignoto. Lo psicodramma viene infatti notoriamente definito come un metodo che permette di trovare “risposte nuove a situazioni cristallizzate o risposte adeguate a situazioni nuove”.
Il metodo psicodrammatico nasce prevalentemente come lavoro di gruppo, ma viene efficacemente applicato anche nel lavoro individuale, e proprio per le sue caratteristiche può essere utilizzato efficacemente in diversi contesti: formativo, pedagogico, crescita personale, psicoterapia individuale e di gruppo.

psicogramma

Contatta i nostri professionisti:

scrittura

Contatta i nostri professionisti:

Rieducazione alla scrittura

La rieducazione della scrittura è un processo creativo e individualizzato volto a stabilire o ristabilire i presupposti essenziali per un corretto sviluppo del gesto grafico. Tale obiettivo si raggiunge attraverso interventi sulla postura, sulla tenuta dello strumento, sulla motricità generale e fine, sulla tonicità, attraverso esercizi e tecniche di respirazione, rilassamento,organizzazione spaziale e temporale, prescrittura e pittura utilizzando in particolare i metodi  di Olivaux , di de Ajuriaguerra e della presidente del GGRE Sophie Lombard.

Il trattamento di rieducazione della scrittura è un percorso relazionale in cui terapeuta e soggetto disgrafico lavorano insieme sugli elementi necessari a ricostruire una buona grafia. Si tratta di decondizionare forme e gesti errati che producono tensione e dolore, rigidità o mal destrezza, e che penalizzano l’andamento scolastico, l’autostima e le relazioni. Nel corso del trattamento si propongono esercizi tecnici anche sull’impugnatura e sulla postura, esercizi di rilassamento, di respirazione controllata, forme prescritturali sulle quali ricreare una nuova e adeguata attività grafica. Le sedute hanno durata di 50 minuti e la durata del trattamento dura circa un anno scolastico, nonostante dipenda dai casi sia una durata minore che maggiore.

Scopo della rieducazione è innanzitutto scoprire il potenziale positivo del soggetto e lavorare su questo per  ripristinare le funzioni disfunzionali della scrittura e quindi  migliorare la postura, la tenuta dello strumento, ottenere la padronanza del gesto e della sua tonicità. Trovare il piacere di scrivere e, tramite il rapporto con il grafologo rieducatore, acquistare fiducia il che si traduce in rapporti più sereni e risultati scolastici migliori.