La difficile e straordinaria situazione che stiamo tutti vivendo, non può purtroppo non avere un impatto anche sui bambini. 

I piccoli, oltre ad aver notato grandi cambiamenti intorno a se, faticano nel gestire il proprio mondo emotivo e risentono molto dell’emotività dei propri genitori. Per le mamme e i papà non è semplice trasmettere calma e sicurezza, in un momento in cui anche loro si trovano ad affrontare incertezze, difficoltà e non di rado “brutte notizie”.

Potreste aver osservato una serie di comportamenti nei vostri figli che in realtà rispondono al loro bisogno di essere capiti, accolti e aiutati. 

COMPORTAMENTI DEI BAMBINI

  1. CAPRICCI: i bambini sentono maggiormente il bisogno di essere accolti e rassicurati ed ecco che aumentano i capricci, soprattutto al momento di andare a letto. 
  2. URLANO, FANNO MOLTO RUMORE: i bambini hanno bisogno di essere ascoltati, e richiamano l’attenzione del genitore soprattutto quando questo viene percepito giù di tono.
  3. REGRESSIONI: i bambini sentono il bisogno di essere coccolati e rassicurati e lo chiedono attraverso comportamenti regressivi come fare vocine da piccoli, chiedere aiuto nel vestirsi o spogliarsi, enuresi, encopresi…
  4. CAMBI REPENTINI DEL TONO DELL’UMORE/ MAGGIORE IRRITABILITA’: i bambini chiedono aiuto nella gestione delle proprie emozioni, non le riescono a comprendere, non hanno modo di “sfogarle” e allora diventano lagnosi, piagnucolosi, cambiano umore rapidamente.
  5. IPERATTIVITA’: i bambini hanno bisogno di scaricare le proprie energie e le proprie emozioni attraverso il corpo e.. difficile farlo chiusi in casa ☹
  6. DISTURBI DEL SONNO: i bambini durante la notte potrebbero sentirsi soli nel fare i conti con le proprie paure e con la propria emotività inelaborabile. Ecco le difficoltà di addormento, l’aumento dei risvegli notturni e/o precoci.
  7. DIFFICOLTA’ DI CONCENTRAZIONE: i bambini lasciano i giochi a metà, passano continuamente da un’attività all’altra.

COSA POSSIAMO FARE PER AIUTARE I NOSTRI BAMBINI?

I bambini hanno bisogno sempre, ma in questo momento moltissimo, di sentirsi accolti e sostenuti emotivamente e chiedono a gran voce CONTENIMENTO EMOTIVO e REGOLAZIONE.

  1. ACCOGLIERE E LEGITTIMARE: anche se è difficile e a volte non si ha nemmeno il tempo, dovremmo tentare di accogliere le richieste dei nostri bambini verbalizzandone le emozioni “mi sembra che tua un po’ arrabbiato, triste,… è così?”. 
  2. OFFRIRE DISPONIBILITA’ AL DIALOGO: “ti va di parlarne? Hai voglia che parliamo di questo?”
  3. VALIDARE: non dobbiamo rifiutare il malessere dei bambini magari chiedendo di non piangere solo perché è fastidioso per noi… ma dire loro che li capiamo “mi dispiace che tu ti senta così, è proprio difficile questa situazione..”. 
  4. DARE CONFORTO: offriamo una coccola in più, un’attenzione speciale, dei momenti magici…

Vorrei concludere dicendo ai genitori che è difficile. Può risultare frustrante leggere questi consigli e non avere forza e tempo per poterli mettere in atto. E’ comprensibile! Proviamo a prenderci ogni giorno un momento per noi stessi, per sentire gli amici e fare un po’ di attività fisica, riprenderemo un minimo di energia che ci permetterà di trasmettere energie positive ai nostri figli! 

Dott.ssa Irene Bellini

Psicologa, Psicoterapeuta, Sand Play Therapist,

Grafologa, rieducatrice della scritttura

Fonti:

“Covid-19: attività di gioco per gestire le reazioni da stress nei bambini, a cura di M. Puliatti;

“Genitori ai tempi del coronavirus”, a cura di G. Guerra

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: