QUANDO E COME INSEGNARE L’IMPUGNATURA AI BAMBINI?

 

Acquisire una buona impugnatura permette ai bambini di “sentire” la traccia grafica come qualcosa di piacevole. Tenere nel modo giusto la matita previene dolori, tensioni, crampi e le conseguenti difficoltà legate al gesto grafico.

Fisiologicamente il bambino è “pronto” per lavorare sulla propria impugnatura già a partire dai 4/5 anni. E’ importante quindi che genitori ed educatori portino la propria attenzione su questo aspetto e intervengano per favorirne una buona riuscita.

Come per ogni cosa con i bambini il primo strumento di intervento è l’imitazione. Far vedere ai propri figli che si scrive o si disegna con piacere e nel modo corretto favorisce la curiosità. Ci sono però anche dei trucchetti che si possono mettere in atto!

L’impugnatura a pinza è quella corretta a cui dovremmo tutti aspirare poiché permette un buon movimento digitale, continui e lievi allungamenti e flessioni delle dita e rotazione della mano intorno al polso.

Per raggiungere questo risultato innanzi tutto sarebbe opportuno proporre ai bambini matite grandi e triangolari: su ogni lato dello strumento grafico poggerà un dito come si intuisce dall’immagine. Si può dire al bambino di creare un “granchietto” con pollice e indice, inserire la matita all’interno e farla poggiare sul medio. La matita si poserà poi nell’incavo che si viene a creare tra pollice e indice.

Esistono anche degli strumenti che si possono proporre ai bambini come gli “impugna facile” (gomme triangolari da inserire nella matita) o penne con forme ergonomiche che “costringono” la mano nella posizione corretta.

In questo periodo in cui il digitale diviene uno strumento d’aiuto a cui i bambini accedono fin troppo precocemente, non va persa di vista l’importanza del disegno e della scrittura a mano. Le tracce grafiche, qualsiasi forma abbiano, esprimono il nostro mondo emotivo e rappresentano uno strumento importante di comunicazione con gli altri, ma soprattutto con se’ stessi.

 

Dott.ssa Irene Bellini

Psicologa, Psicoterapeuta, Sand Play Therapist,

Grafologa e Rieducatrice della scrittura

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: