Essere genitori oggi

IL LUNGO CAMMINO DELLA GENITORIALITA’

Cosa significa essere genitori? Cos’è la genitorialità?

Innanzitutto la genitorialità non è qualcosa di innato o di scontato. “Essere genitori” è il risultato di un cammino che dura una vita e che nasce dalle fantasie sulle proprie esperienze personali di figli, che generano delle idee sul proprio significato di genitorialità.

Con il desiderio generativo prende forma un progetto nuovo, che arriva dall’incontro di due desideri individuali, diventando uno spazio comune della coppia, un grembo psichico nel quale può essere accolta la fantasia di una nuova vita. Con il concepimento e poi ancora con la nascita si “formalizza” un ruolo che sarà presente per tutta la vita in tutte le sue evoluzioni.

Quanti investimenti, quante fantasie…quanta energia!

Tutto questo ci fa capire come la genitorialità non sia qualcosa di statico, ma un processo dinamico in continua evoluzione…essere genitori è qualcosa che si impara giorno per giorno, è frutto di una amore che viene coltivato e nutrito con energia e passione.

Ma quanto può essere difficile questo compito?

Sicuramente oggi essere genitori è diventato un compito molto più complesso rispetto al passato. Le nuove generazioni hanno modificato notevolmente il contesto, e le nuove acquisizioni in campo psicologico ed educativo hanno posto delle nuove basi e presupposti affinché i figli possano crescere in modo sano e sereno.

Essere genitori oggi non significa più soltanto nutrire e mantenere i propri figli, ma creare un legame affettivo sicuro che permetta al bambino di esplorare il “mondo” con spontanea curiosità. Significa anche creare un ambiente familiare e di coppia che possa essere terreno fertile per l’instaurarsi di questa buona relazione. Significa accogliere con affetto la soggettività e l’unicità del proprio figlio, comprese le differenze e la frustrazione per le aspettative non realizzate dei genitori. Significa anche delineare i giusti confini con delle regole chiare e il più possibile condivise, in cui vengono espressi sia i bisogni dell’adulto che del bambino.

Per assolvere tutte queste funzioni è importante che il genitore non adotti uno stile educativo rigido, ma che impari a mettere in gioco le proprie risorse e credenze per trovare soluzioni nuove e creative che possano favorire lo sviluppo di un legame sicuro. Allo stesso tempo è essenziale che venga mantenuto in primo piano anche il rapporto con il proprio partner, da un lato, per far si che il carico educativo e i valori siano condivisi, dall’altro per mantenere una propria vitalità e favorire poi l’instaurarsi di un legame sano con il figlio che cresce.

…una strada lunga, mai ripetitiva…sempre nuova e pronta a sorprenderci…buon cammino a tutti i genitori!

Dott.ssa  Stefania Cioppa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: