I simboli e l’istinto

Il guerriero della luce conosce l’importanza dell’intuizione. In piena battaglia, non può certo pensare ai colpi del nemico: allora usa l’istinto e obbedisce al proprio angelo. In tempo di pace, decifra i segnali che Dio gli invia. La gente dice: “è matto”. Oppure: “vive in un mondo di fantasia”. O ancora: “come può confidare in cose prive di logica?”
Ma il guerriero sa che l’intuizione è l’alfabeto di Dio, e continua ad ascoltare il vento, e a parlare con le stelle.
(“Il manuale del guerriero della luce” P. Coelho)

Noi esseri umani ci differenziamo dagli altri esseri viventi per il fatto di possedere la capacità di ragionamento e di pensiero. Non dimentichiamoci però che anche le risorse più istintuali guidano il nostro comportamento!

Conosciamo il mondo e la realtà che ci circonda attraverso i nostri sensi, che ci permettono di percepire non solo con la ragione, ma anche con il nostro “sentire”. E tra i sensi ne abbiamo anche uno noto come “sesto senso”, che al di fuori di ogni logica razionale ci guida nelle nostre azioni quotidiane. Molto spesso intorno a noi accadono cose che non possiamo spiegare con la ragione, ma che deviano o modificano il nostro cammino delineando una strada ben precisa da seguire.

Ebbene, quello che possiamo fare è fidarci di più del nostro istinto e dei segnali che si presentano su questa strada, perché potrebbero rivelarsi utili e chiarificatori, aprendoci delle nuove porte che fino ad ora non eravamo neanche in grado di vedere.

Dott.ssa Stefania Cioppa

Annunci

One Comment to “I simboli e l’istinto”

  1. Grazie a Stefania per questa rubrica! “Il Guerriero della luce” mi ha accompagnata durante il cammino di Santiago, ma soprattutto al rientro.. Ogni giorno quello che ci dovrebbe guidare è il segnale. Quando entriamo in contatto in modo profondo con gli altri, con il mondo, con la natura, riusciamo istintivamente a intravedere quei segnali che ci indicano la giusta direzione da seguire. Una direzione a volte faticosa, a volte scontata, a volte rivoluzionaria..Il guerriero (o eroe) che alberga dentro ognuno di noi riesce a emergere dopo una lunga battaglia, non è così facile entrare in contatto con lui, ma quando questo avviene scopriamo la magia di veder avverati i nostri sogni, di saper leggere i messaggi della natura, di vedere dietro lo sguardo delle persone. “Il guerriero della luce” è stato ed è per me un momento di riflessione, un suggerimento che permette ogni tanto di rinfrescare la mente e ricordarsi che anche in mezzo ad un bosco se hai voglia di un caffè questo può apparire…Un saluto particolare a Giuliano, Severino, Silvana e tutti quelli che hanno permesso l’emergenza del mio eroe con una parola, un gesto o un semplice sguardo.
    Irene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: